Dott. Giuseppe Esposito Psicologo e Psicoterapeuta

Disturbi dell'umore

Definizione

L'Umore è la tonalità o disposizione affettiva di base, ricca di tutte le istanze emozionali e istintive, che attribuisce ad ognuno dei nostri stati d'animo una tonalità gradevole o sgradevole, oscillanti tra i due poli estremi del piacere e del dolore. (Godfryd, 1994).  I disturbi dell'umore hanno come carattersitica predominante l'alterazione del tono dell'umore. Circa il 7-14% della popolazione soffre di qualche disturbo di questi tipi di disturbo (fonte: Manfredonia e Gazzillo, 2004).

Cosa sono

I Disturbi dell'Umore sono suddivisi in due grandi categorie: disturbi Depressivi (Maggiore e Distimico) e Disturbi Bipolari (Bipolare I, II e Ciclotimico). E' possibile distinguerli, descriverli e diagnosticarli facendo riferimento alle caratteristiche di specifici Episodi di alterazione dell'umore che sono caratterizzati da determinati segni e sintomi; esempi di Episodi sono: "episodio depressivo maggiore", un "episodio maniacale" o "ipomaniacale" e uno misto che tiene in sè l'uno e l'altro.

 

Disturbo Depressivo

 

Disturbo Bipolare